“Il COF, per me, è stata un’esperienza bellissima: dalla formazione con la maestra Desiree Rancatore, alla messa in scena di “Cavalleria Rusticana”.

Ho conosciuto colleghi fantastici ed ho avuto la possibilità di lavorare con uno staff meraviglioso, che mi ha accolta con affetto sin dal primo giorno, facendomi sentire parte di una grande famiglia.

Insieme abbiamo condiviso momenti indimenticabili (molti divertentissimi), in luoghi incantevoli.
È stato entusiasmante vedere la nostra “Cavalleria” prendere forma, grazie ad un intenso lavoro di squadra.
L’instancabile regista, Matteo Anselmi, ha dato vita ad uno spettacolo intenso ed emozionate.
Io stessa, in scena, ho avuto più volte difficoltà a trattenere le lacrime e penso che, per un artista, non ci sia cosa più bella.
Ovviamente, tutto questo, non sarebbe stato possibile senza il M° Francesco Di Mauro, che ha onorato la meravigliosa musica di Mascagni, con una direzione impeccabile.

Sono riconoscente al COF per avermi fatto vivere un’esperienza così profonda, intensa e gratificante che, sicuramente, non dimenticherò mai!”

Marika Franchino, Santuzza 

Ci tengo a spendere qualche parola per raccontarvi la mia esperienza al Capri Opera Festival, dove ho trovato una vera e propria famiglia pronta ad investire sui giovani e incentivarli affinché riescano a crescere e maturare artisticamente.

Fin dall’audizione il clima gioviale mi ha caricato positivamente, e lo stesso clima è perdurato poi per tutto il periodo di produzione, prima a Napoli e successivamente a Capri.
Ho avuto modo di conoscere personalità di spicco del panorama lirico e raccogliere preziosi suggerimenti circa la professione, misurarmi al fianco di colleghi piu navigati e apprendere da loro, rimettendomi in gioco ogni giorno.
Lo Staff organizzativo si è dimostrato umanamente e professionalmente vicino e questo è l’aspetto che più mi ha toccato.

Esco da questa esperienza profondamento arricchito e motivato, augurando a quanti più possibili giovani cantanti, di potersi cimentare in percorsi come questo, e augurando a me stesso di poter collaborare ancora in futuro con loro.

  

Francesco Congiu, Turiddu

“Ci vorrebbero poche parole e invece sono tante per descrivere quell’avventura iniziata il 2 Agosto quando ricevevo il messaggio dal Capri Opera Festival in cui c’era scritto “Complimenti, siamo lieti di affidarle il ruolo di Alfio”, ed io “Eh? Ho letto bene”? Si avevo letto bene! Ricordo il primo giorno di studio in cui ho conosciuto lo Staff del Capri Opera Festival e poi Lei, la madrina “Desirée Rancatore.

L’emozione era tanta, la gratitudine ancora di più ma c’era anche tanta paura di non deludere dal vivo ciò che avevano ascoltato in quel banalissimo video ripreso col telefono che avevo inviato due mesi prima. Quando Pasquale mi disse che la mia è una voce da ascoltare con calma e che era tutta da scoprire ho tirato un sospiro di sollievo e ho pensato che finalmente qualcuno avesse capito la mia voce!

La Maestra Rancatore che, come se ci conoscessimo da sempre, lavorava la mia voce con una maestria, un sorriso e un’energia mai vista. Il Capri Opera Festival non è un organizzazione come tante, per lavorare bene vogliono farti sentire a casa, parte di loro, ti coccolano, ti ascoltato, ti capiscono anche nei momenti difficili. Prima di ogni cosa han fatto si che tutto il cast entrasse in empatia, si conoscesse bene, e poi è iniziato quel bel duro lavoro che ci ha portati al grande successo di Cavalleria Rusticana del 4 Settembre. L’esperienza Napoletana e Caprese è ciò che auguro di vivere a ciascun cantante che voglia diventare un professionista formandosi, lavorando ed entrando nel mondo del Teatro Lirico a 360°. Lo studio col la strepitosa Maestra Rancatore, il lavoro di regia col M° Anselmi e in orchestra col M° DI Mauro, le dirette, le interviste e tutto lo staff che ti ruota intorno ti fanno sentire che stai crescendo, stai diventando qualcuno anche grazie a loro, e vivi dei bei momenti di gloria con persone straordinarie e sempre sorridenti. Non dimenticherò mai i grazie che ho ricevuto da ciascun Maestro e da ogni componente dello Staff del COF.

Cos’è stato per me il Capri opera Festival? Un importantissimo tassello della mia vita artistica grazie anche all’opportunità che mi è stata data di poter essere ascoltato da importanti Agenzie e Artisti di fama internazionale, grazie ai quali, oggi, ho trovato quel trampolino di lancio che cercavo da tanto e che nessuno era stato in grado di offrirmi. Un Grazie non basta. Spero che presto possa restituirvi ciò che avete fatto per me. Grazie di cuore.”

Fabrizio Brancaccio, Alfio 

Capri Opera Festival 2021…un’indimenticabile esperienza che resterà per sempre impressa nel cuore e nella mente!

L’incantevole cornice, unita ad uno staff armonico ed alla complicità che si è creata fin dal primo momento con i miei colleghi ha fatto sì che il concorso diventasse “magia pura”. Grazie mille al Capri Opera Festival.

Paola Vero, Lola

L’esperienza a Capri con il Capri Opera Festival e stata a dir poco straordinaria, solamente l opportunità di poter cantare in una delle città più belle al mondo è già una grande esperienza. E stata anche un’ opportunità di crescita per me come cantante di dover cantare in un posto che non e un teatro tradizionale , ma in un spazio meraviglioso come quello della Certosa di Capri.

Dopo quasi due anni senza performance dal vivo, il Capri Opera Festival mi ha dato di nuovo l’opportunità di esibirmi, di incontrare insegnanti meravigliosi come la Maestra Desirèe Rancatore e il Maestro Francesco Di Mauro, di incontrare colleghi meravigliosi e anche di rendersi conto che bisogna continuare a studiare per migliorare la propria tecnica e di diventare una versione migliore di se stessi.

Graziella Debattista, Lucia